.

.

.

.

.

 

 

 

 

 

 

Home Freccetta
Diving Center Freccetta
Activity Freccetta
Equipments Freccetta
Team Freccetta
News  
Contact Freccetta
Sitemap Freccetta
Links Freccetta
Faq Freccetta
   

 

 

 

UNA FENICE E CINQUEMILA LEONI

   Storia di un amico sub ritornato all’ attivita' subacquea: Il mio nome e Corrado, ho 27 anni e conobbi Mario ed Alfina quando avevo 21 anni nella lontana Estate del 2000. Premetto che sono sempre stato una persona molto attiva e praticante di molteplici attivita' sportive. Tale mia indole mi ha portato anche a provare l’ attivita' subacquea. Conseguii il brevetto Open Water Diver in Sicilia in Giugno del 2000 e poi ritrovandomi in Calabria per motivi di lavoro decisi di continuare questa nuova attivita' che mi stava appassionando. Da qui il mio incontro con Mario ed Alfina: era il mese di Luglio del 2000, mi trovavo sul lungomare di Monasterace, nei pressi del parcheggio della G.di F. e notai un furgoncino pienissimo di scritte passare davanti a me, leggendo quelle scritte mi accorsi che si trattava del Diving Center Punta Stilo, quindi l’ attivita' che da poco avevo intrapreso e che mi stava appassionando tantissimo. Decisi di chiedere informazioni ai due occupanti i quali si sono subito mostrati molto cortesi, chiarendo ogni mio dubbio e da li' a poco pianificammo un’ immersione. Durante la prima immersione notai subito la serieta' e la precisione dello staff e fui soprattutto colpito dalla professionalita' con cui Mario ed Alfina mi seguivano dal briefing al de-briefing. Con loro conseguii numerosi brevetti dall’ Advanced Open Water Diver al Dan Oxigen Provider, dal Dive Medic al Rescue Diver. Insomma mi ero buttato a capofitto su questa attivita' e divertendomi piano piano cominciavo a crescere e maturare esperienze. Fino al Dicembre del 2000: fu qui' che inizio il mio cambiamento e con esso anche i miei guai! Conobbi qualcuno che credevo una persona importante a tal punto da distogliermi da ogni mio interesse e svago. A volte capita di ritrovarsi cosi dedito alla persona a cui vuoi bene da lasciar in secondo piano i tuoi progetti e i tuoi interessi personali per far posto a progetti comuni. Ma evidentemente la mia poca esperienza in questo campo mi aveva tradito e cosi mi ritrovai dopo cinque anni da solo e ingrassato di circa 40 chili, per il lungo periodo di inattivita' fisica e profondamente ferito nell’ animo, a tal punto da giungere a pensare che non sarei mai piu' ritornato la persona di prima, che non stava fermo un minuto e che poteva sfoggiare un fisico invidiabile. Generalmente quando arrivi a questo punto ci sono solo due strade da intraprendere: O ti lasci andare e non sai a quale fine puoi arrivare; O ti dai una svegliata e cominci a costruirti un futuro decente. Fortunatamente intrapresi la seconda strada ma non per mia volonta' bensi' scatto una molla dentro me che ancora oggi non attribuisco a me stesso, bensi' a qualche forza che nemmeno personalmente so spiegare. Tale forza, scaturita dentro di me, e stata cosi' intensa che sembrava avessi 500.000 leoni che ruggiscono contemporaneamente dentro il mio cuore. Una forza cosi devastante da spingermi di nuovo a non avere un attimo di tregua: iniziai il 1 Maggio 2005 a correre e lo feci ogni santo giorno e per i giorni a venire. Man mano aumentai i ritmi e il tempo di corsa: quando iniziai riuscivo a malapena ad arrivare a 15 minuti. Con il tempo e con l’ estate che arrancava aggiunsi alla corsa una sana nuotata e iniziavo a vedere i primi risultati. Un giorno decisi che era ora di ricominciare un’ attivita che da tempo avevo lasciato in sospeso e che mi aveva procurato numerose soddisfazioni. Cosi telefonai al Diving Center di Punta Stilo e mi aggregai a loro nella prima immersione utile. Devo ammettere che per me fu un po’ duro riprendere dopo cinque anni di pausa ma la volonta fu tanta da non sentire nessuna fatica fisica e cercai di assaporare solo il piacere che un’ immersione puo darti: un senso di pace indescrivibile, bisogna provare per conoscerlo, ti abbandoni a te stesso e ti lasci avvolgere dall’ ambiente circostante dimenticandoti dei tuoi problemi, anzi in un certo senso e come se li lasciassi in superficie e porti sott’ acqua tutto cio che c’ e' di buono in te. Giu sei da solo con te stesso, tu e il tuo respiro che in un certo senso sembra scandire un tempo che percepisci in un modo diverso da quando stai in superficie, un tempo che tu manovri con il tuoi polmoni. Ed e stato anche sott’ acqua che ho vissuto la mia rinascita. Come una fenice (simbolo al quale sono personalmente molto legato) rinasce dalle proprie ceneri, io sono rinato dalle mie e la subacquea ha giocato anche il proprio ruolo positivo. Ad oggi ho perso 50 chili, sono ritornato in una forma fisica cosi strabiliante che nemmeno in passato possedevo, non sto fermo un minuto, pratico nuovamente molteplici attivita' sportive tra quali: nuoto, corsa, workout, fit-boxe, full contact, boxe e subacquea. Quest’ultima mi sta appassionando tantissimo e mi sta dando tantissime soddisfazioni al punto tale di intraprenderla in modo molto serio. Adesso mi alleno per quattro ore al giorno di cui un’ora solo di corsa!! Tanti amici mi domandano perche coltivare proprio questo “La Subacquea ?” In fondo ne esistono molti altri! Ma sono un testardo per natura! E ho scelto questa disciplina perche ti forgia lo spirito oltre al fisico. Mi fa sentire bene, stanco, distrutto ma piacevolmente soddisfatto! Personalmente credo che questa disciplina sia l’unica ad avere una magia. La magia di combattere battaglie al di la di ogni sopportazione. La magia di rischiare tutto per un sogno che nessuno vede tra te e te. Ringrazio Mario ed Alfina per avermi dato modo di esporre la mia esperienza e oggi mi sento di ringraziare anche la persona che mi ha abbandonato. In fondo se non fosse stato per lei i leoni non avrebbero mai ruggito e la fenice non avrebbe nuovamente spiccato il volo. Corrado Raucea (SR)

 


   
  Lingua Italiano
  Lingua Inglese